Walter Karuc

About

Walter Karuc

Walter Karuc (link Fanpage) nasce a Roma, in un luminoso febbraio del 1972 e il suo primo ricordo è il flash dell’Agfamatic di suo padre che lo immortala mentre regala al mondo il suo sorriso senza denti.

Cresce negli anni in cui in televisione esplodono i colori e le immagini diventano soffuse e patinate: nel frattempo, con la sua prima macchina, una Kodak compatta che riceve in regalo a dodici anni, si diverte a immortalare gli attimi più belli trascorsi con la famiglia e gli amici, cercando di ritrovare nelle fotografie la magia grafica che lo circonda.

La prima vera macchina, una gli capita tra le mani un po’ per caso ma è subito pronto a trasformare quell’hobby in un lavoro,a prendere il suo divertimento e farlo diventare un’occasione di realizzazione personale. Si dedica allora alla fotografia professionale, maturando una notevole esperienza in Italia e all’Estero soprattutto nella fotografia di eventi e cerimonie, approfondendo la tecnica e la composizione e sviluppando uno stile sempre più personale.

In questo percorso di crescita, Walter Karuc si affianca a fotografi affermati e collabora con importanti studi fotografici, soprattutto dell’ambiente romano, confermandosi quale professionista preparato e versatile, promuovendo le sue immagini e il suo lavoro con serietà e passione. Con la sua Nikon, e grazie alla sua attrezzatura professionale riesce curare in maniera speciale tutti gli elementi che danno corpo alle sue immagini, scegliendo gli allestimenti, le location, le luci e scoprendo le inquadrature che rendono i suoi servizi fotografici dei veri e propri racconti per immagini.

Da professionista ormai affermato, partecipa a varie fiere, soprattutto quelle dedicate alle nuove mode e tendenze del wedding, dove può presentare i suoi lavori ad un pubblico sempre più ampio, ricevendo numerosi apprezzamenti non solo per le sue qualità tecniche ma anche per la sua calda umanità, quella che lo spinge a comprendere le persone che ha di fronte, a intuirne sogni e bisogni e a coglierne quello slancio vitale che così bene riesce a rappresentare nelle sue foto.

E proprio a queste foto ora lasciamo la parola, perché la storia continua e vogliamo che siano le immagini a raccontarcela…